Il Massacro del Convoglio DUISBURG

Avatar utente
Comgrupsom
Site Admin
Messaggi: 186
Iscritto il: 15/07/2015, 14:56
Contatta:

Il Massacro del Convoglio DUISBURG

Messaggioda Comgrupsom » 04/09/2015, 15:44

Immagine

Il Comando GRUPSOM PRESENTA


IL MASSACRO DEL CONVOGLIO DUISBURG


di Guglielmo Lepre - (C.te Etna)


ANTEPRIMA........


Duisburg....................suona quasi come il nome di una squadra di calcio,e magari lo è,nel nostro caso invece è riferito al nome di una nave mercantile tedesca aggregata all’omonimo convoglio. Il 1° Giugno 1941,gli inglesi completarono l’evacuazione delle loro forze armate a difesa dell’isola di Creta,operazione che costò ulteriori perdite alla Mediterranean Fleet : in generale,la situazione e la consistenza di quest’ultima non poteva definirsi soddisfacente,anzi tutt’altro,e all’incirca un mese dopo i fatti di cui andremo a narrare,subirà un ulteriore e pericoloso scossone con il grave danneggiamento delle residue unità pesanti nel porto di Alessandria ad opera della Xª Flt Mas. Dunque la Royal Navy era in crisi e la guerra navale in poco più di un anno ,rivelatasi esiziale per entrambe le parti a confronto, manifestava ancor di più il suo precipuo carattere di interdizione del traffico mercantile nemico. Per gli italiani era prioritario mantenere in funzione il nastro trasportatore verso la quarta sponda,mentre per gli inglesi i problemi erano fondamentalmente due : foraggiare Malta per garantirne la sopravvivenza e contrastare i convogli italiani pressochè quotidiani : problemi non da poco. Alla luce della situazione in atto,l’Ammiragliato inglese che dedicava le sue migliori energie all’Atlantico,fu costretto a rinforzare la depauperata Mediterranean Fleet : da un punto di vista strettamente strategico,pur disponendo di entrambe le chiavi d’accesso al Mediterraneo,agli inglesi però non era riuscito di separare le forze navali italiane neanche con puntate offensive sincronizzate sia della squadra di Gibilterra sia di quella di Alessandria.Gli italiani semplicemente non abboccavano. Dunque la cosa migliore da fare era organizzare una snella forza navale a Malta che potesse in qualche misura dare qualche grattacapo in più agli italiani,oltre a far fronte al progressivo aumento delle forze germaniche in mediterraneo.(1) La scelta cadde sui due incrociatori leggeri classe Arethusa,AURORA e PENELOPE,armati di cannoni da 152 mm, rinforzati con due caccia classe Laforey (L) ,LANCE e LIVELY : tale scelta non fu casuale giacchè si trattava di unità veloci,flessibili e con equipaggi britannicamente determinati ,analogamente a quanto,in qualche misura, aveva ipotizzato l’Amm.Iachino, prima dei fatti di Matapàn,e a quanto s’era tentato fatalmente a Capo Spada, con i due incrociatori veloci,Colleoni e Bande Nere,ma con diverso esito purtroppo.(2)CONTINUA........


Clicca IMMAGINE per Continuare la LETTURA
Immagine
Immagine

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo sui Social Network :)



Torna a “ARTICOLI ON-Line”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite